Personaggi

Qui trovi le schede relative ai personaggi che hanno animato BimBumBam: Debora Magnaghi – Giancarlo Muratori – Marco Bellavia – Daniele Demma – Carlotta Pisoni Brambilla – Manuela Beillard “Blanchard” – Carlo Sacchetti – Roberto Ceriotti – Giorgia Passeri – Davide Garbolino –  Deborah Morese – Paolo Bonolis – Paola Maralli Tovaglia – Enrico Valenti – Kitty Perria – Pietro Ubaldi – Cristina D’Avena – Sandro Fedele – Marina Morra – Maurizio Pagnussat – Alessandro Gobbi – Vincenzo “Enzo” Draghi – Edoardo Erba.

Debora Magnaghi (Milano, 17 giugno 1970).

E’ una doppiatrice italiana, attiva principalmente nel settore dei cartoni animati.Inizia a lavorare negli anni ottanta prestando la voce alla protagonista dell’anime Memole Dolce Memole. Il suo volto diventa popolare quando nei primi anni novanta conduce Ciao Ciao con il collega doppiatore Davide Garbolino e per la conduzione di Bim Bum Bam, nel quale ha recitato per le diverse parodie proposte durante il programma (una per tutte L’Incredibile Debbi). Ha prestato la voce a diversi personaggi tra i quali ad esempio Batgirl nella serie animata “Detective Conan” e Judy Abbott in Papà Gambalunga, tratto da un racconto di Jean Webster. Ha inoltre recitato come attrice in alcune puntate del telefilm ispirato al cartone animato Kiss me Licia, che aveva come protagonista Cristina D’Avena. In televisione la si vede spesso nelle televendite di Mediaset. Maggiori informazioni relative alle sue attività di doppiatrice si possono trovare su www.didb.it/ e su www.antoniogemma.net/doppiaggio

E’ presente un’intervista a Debora nella sezione Interviste.

———————————————————————————————————————

Giancarlo Muratori (1958 – 1995)

Storico Autore di Bim Bum Bam e doppiatore di Uan (sostituito dopo la morte per tumore da Pietro Ubaldi). Era la voce anche del fantomatico Commendator Brandolin o la Signora Regia, interpretò inoltre Tundra Jones, il “cugino” di James Bond . E’ scomparso nel 1995. Personaggi interpretati in Bim Bum Bam: Uan (voce), Brandolin (voce), Sig.ra Regia (voce), Tundra Jones, Totonno Lo Pesce (voce), Nonno di Uan (voce), Frasi “storiche” dei suoi personaggi: Piolo! (Uan a Paolo Bonolis) Bonoooolise!!! (Brandolin e Sig.ra Regia) Che schiiifo!!! Che schiiifo!!! (Uan) Ti ciufilo! al posto di “Ti fucilo” (Uan) Steccheeeettiii!!! (Brandolin, al conduttore Carlo Sacchetti).

———————————————————————————————————————-

Marco Bellavia (Milano, 9 dicembre 1964).

Marco Bellavia

Marco Bellavia

Terminati gli studi liceali, inizia un po’ per gioco la carriera di modello pubblicitario e, nel frattempo, si iscrive alla Facoltà di Medicina presso l’Università degli Studi di Milano. E’ in questo periodo che viene scritturato per interpretare il ruolo di Steve nella serie televisiva Love Me Licia (1986) accanto ad una giovanissima Cristina D’Avena. Farà parte fino al 1990 del cast fisso dei successivi serial ispirati alle avventure di Licia (Licia Dolce Licia – 1987, Balliamo e Cantiamo con Licia – 1988), nonché delle serie Arriva Cristina (1988), Cristina (1989), Cri Cri (1990) e infine Cristina L’Europa siamo noi (1991). Così, quasi per caso, la sua vita di studente universitario… cambia radicalmente. Marco si rende conto che quella “casualità” si può trasformare in una straordinaria professione. A tal fine, inizia a prepararsi seriamente frequentando i corsi di due diverse scuole di teatro. Dal 1986, compare nei palinsesti Mediaset come conduttore di numerosi programmi per ragazzi, diretti da Alessandra Valeri Manera. Per undici anni conduce Bim Bum Bam (dapprima in onda su Italia1, poi su Canale5 e successivamente ancora su Italia1), dove compare anche in qualità di autore. Proprio per Bim Bum Bam scrive e realizza La Pattuglia della Neve (1996), sit com girata sulle Dolomiti. Conduce anche Ciao Ciao Parade, contenitore di cartoni animati di Italia1. Lo troviamo come ospite in numerose trasmissioni Mediaset: Buona Domenica, Passaparola, Il Brutto Anatroccolo, Ciao Darwin, Buon Compleanno, Sabato al Circo, GP Internazionale della TV, Autunno Tutto D’Oro, La Ruota della Fortuna, etc. E’ presente anche in svariati spazi promozionali all’interno di programmi televisivi di successo come Scherzi a Parte, Vivere Bene, Super. Nella stagione 2000 – 2001 è scelto per condurre la trasmissione cult inglese Robot Wars (Italia1). Nella stagione successiva, Marco entra a far parte della grande famiglia di Forum, storico programma di Rete4. Nel marzo 2002, viaggia a bordo del camper di Stranamore, con la missione di consegnare videomessaggi agli innamorati d’Italia. Dal 1990 è regolarmente iscritto ed è socio Siae (Società Italiana Autori ed Editori) nella sezione “Dor”. Scrive: la sceneggiatura completa del film “Io l’amo e Claudio” (in fase di realizzazione), un musical e 22 Format Tv. Dal 1988 fa parte della Nazionale Italiana Calcio TV che scende in campo per fini benefici. Sempre sul filo della solidarietà, nel 2003 è autore, produttore e conduttore di Pedalando per la Solidarietà, giro d’Italia in bici per raccogliere fondi a favore della Fondazione Theodora che da anni si occupa dei bambini ricoverati in ospedale. Nel 2004 produce per una tv satellitare un reality show: Tipi da spiaggia. Dal febbraio 2006 è conduttore, con Francesca Barberini, del programma “Snow Food” da lui stesso ideato e firmato, in onda su Rai Sat Gambero Rosso Channel. Dal Settembre 2005 è testimonial della campagna solidale del Gils (gruppo italiano per la lotta alla sclerodermia). Dal Giugno 2006 collabora con Telenova per la realizzazione di programmi; conduce il “Gran Palio delle Regioni” e “Dammi il 5 in tempo reale”. Marco è inoltre istruttore di mountain bike e pratica costantemente attività sportive (ciclismo, sci, snowboard,calcio, windsurf, equitazione, etc.).

E’ presente un’intervista a Marco nella sezione Interviste.

———————————————————————————————————————-

Daniele Demma (Cosenza, 22 agosto1957).

Si diploma attore alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Piccolo Teatro di Milano, oggi Paolo Grassi, nel 1978. Dal 1978 al 1987 svolge attività di attore professionista, prevalentemente di prosa, in compagnie private e cooperative quali Teatro della Selva, Teatro Stabile di Torino, Centro Teatrale Bresciano, Out-Off. Nel 1986 comincia la sua attività di doppiatore presso varie case di doppiaggio di Milano: Merak Film, S.E.D.E., Studio PV. Nel 1989 comincia la collaborazione con “Bim Bum Bam”, programma televisivo per ragazzi prodotto da Mediaset, allora Fininvest, dando la voce al pupazzo Ambrogio. Nel 1990, oltre a dare la voce al pupazzo Ambrogio, scrive scenette e minisceneggiati, sempre per “Bim Bum Bam”. Scrive e interpreta la canzone “Mi chiamo Ambrogio”, che va in onda durante una scenetta di “Bim Bum Bam”. Scrive e interpreta inoltre, insieme a Pietro Ubaldi e Paola Tovaglia, la versione italiana delle canzoni di due serie di cartoni animati in onda sulle reti Mediaset: “Glo Friends” e “Sasurai”. Nel 1991 scrive Batroberto (e poi nel ‘92 la seconda serie e nel ‘93 la terza), parodia di Batman, ispirato alla famosa serie televisiva anni 60 “Batman”; 15 episodi da 7 minuti circa e partecipa alla serie anche come attore. Scrive e interpreta, come co-protagonista insieme a Carlo Sacchetti e Debora Magnaghi, “Karlenstein”, parodia di “Frankenstein”, serie per la quale scrive anche la canzone “Karlenstein Rap”, interpretata da Carlo Sacchetti. Scrive, insieme a Carlo Sacchetti, “L’Incredibile Debbi”, parodia di “L’Incredibile Hulk”. Nel 1994 collabora alla realizzazione de “L’Isola del Tesoro”, parodia musicale dell’omonimo romanzo, interpretata da bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni, in onda su Canale 5 in prima serata, dirigendo la recitazione dei giovani attori. Regia di Stefano Vicario. Scrive, insieme a Carlo Sacchetti, “Giovani intraprendenti offresi per lavoro qualunque genere”, fiction originale per Bim Bum Bam. Nel 1995 scrive e interpreta “Deprex”, breve programma di attualità parodistica, che ha per protagonista un cantautore depresso. Per questa produzione realizza anche delle finte copertine di CD, dei finti prodotti sponsorizzati, e in collaborazione con Maurizio Pagnussat (regista di Bim Bum Bam), parte della sigla di testa. Sempre per “Deprex” scrive e interpreta, insieme a Maurizio Pini e Davide Sala di Vilio, “I Vermi Intorno a Noi”, brano musicale interpretato dall’immaginaria band “Pietre Tombali”. Scrive e interpreta, insieme a Carlo Sacchetti, “Il Villaggio dei Corsari”, fiction originale per Bim Bum Bam. Realizza in computergrafica la sigla di testa di “Ciao Ciao Mix”, notiziario per ragazzi. Nel 1996 partecipa all’ideazione del programma serle per ragazzi “Game Boat”, condotto da Pietro Ubaldi. Comincia l’attività di autore di telepromozioni per Bim Bum Bam e Game Boat. Partecipa come attore alla fiction di Bim Bum Bam “Investigatori Invisibili”. Nel 1997 partecipa come attore lla fiction di Bim Bum Bam “Investigatori Invisibili 2 – il Ritorno”. Progetta e realizza in computergrafica una interfaccia di comunicazione via computer per la fiction di Bim Bum Bam “I Misteri di Glenarvon”. Nel 1998 è autore del programma televisivo “Amico Cucciolo”, condotto da Susanna Messaggio, in onda su Rete4. Nel 1999 comincia a collaborare con una agenzia di comunicazione, Gruppo Creativa. Realizza animazioni 2D e 3D per convention aziendali. E’ autore dello spettacolo “Natale Bimbi 1999″, prodotto da FIAT, presentato da Simona Ventura e dal Gabibbo. Nel 2000 è coautore, insieme a Davide Tortorella e a Vanna de Angelis, della promosoap “Emporio per Vivere”, in onda tutti i giorni su Canale 5. Continua la sua collaborazione con Gruppo Creativa, per cui realizzo animazioni, contributi audio e video, doppiaggi per convention. Partecipa, in qualità di attore, alla situation comedy “Casa Vianello”, in onda su Canale 5. Termina la sua collaborazione con Bim Bum Bam. Nel 2001 continua la sua attività professionale dividendosi fra doppiaggio, telepromozioni e convention. Nel 2002 da la voce al protagonista di un gioco per PlayStation, “Jak and Daxter”. Partecipa alle sit-com “Casa Vianello”, “Finalmente soli” e “Il Mammo”, in onda su Canale 5. Nel 2004 comincia la sua attività di adattatore; scrive i dialoghi italiani per telefilm e cartoni animati. Nel2005 comincia la sua attività di direttore di doppiaggio, presso la casa di doppiaggio milanese Studio PV. Scrive i dialoghi italiani della serie animata giapponese “Patlabor”, con la collaborazione del traduttore dal giapponese Cesare Polenghi. Nel 2006 dirige il doppiaggio di 15 dei 47 episodi di Patlabor, edito in DVD da Yamato. Comincia, per conto di Raflesia, l’adattamento dei dialoghi della serie “Chrono Crusade”, sempre avvalendosi della collaborazione di Cesare Polenghi, con il quale da vita alla Ani-Mu. Dirige il doppiaggio della serie Catscratch, per conto dello Studio PV, in onda su Nickelodeon TV. Continua la sua attività di autore di telepromozioni per Publitalia.

Investigatori invisibili 2 – Il finto cd delle Pietre Tombali intitolato Vermi Demma in Karlenstein e in BatRoberto In Karlenstein la regista Silvia Giannazza e Carlo Sacchetti sul lettino del finto laboratorio.

———————————————————————————————————————-

Carlotta Pisoni Brambilla

Prima di approdare al programma di Italia Uno, la conduttrice è stata protagonista nel ruolo di Mary, di un altro programma cult degli anni ‘80, il telefilm “Love Me Licia”, tratto dal cartoon giapponese Kiss Me Licia, e interpretato da Cristina D’Avena. Carlotta Brambilla

vestiva i panni di Mary, la manager del gruppo dei Bee Hive, il cui leader, Mirko, era poi destinato a diventare il grande amore di Licia. Carlotta, che dal 1997 è testimonial per le reti Mediaset di telepromozioni e televendite, è dal 2004 conduttrice degli eventi di Finmeccanica.

—————————————————————————————————————-

Manuela Beillard “Blanchard” (Milano, 25 maggio 1959)

Manuela Beillard è nota al grande pubblico per la sua attività di conduttrice, durante gli anni d’oro del programma “contenitore” per bambini di Italia Uno chiamato Bim Bum Bam, a cui ha preso parte tra la fine del 1985 e il 1990, sostituendo Licia Colò. In Bim Bum Bam fà coppia con Paolo Bonolis e il pupazzo Uan e, sempre in quell’anno, il programma cambia sigla, assumendo quella “classica” girata a Gardaland. Nella edizione “1989/90″ in realtà Manuela non prende parte allo show, se non a partire da aprile 1990, e in quel lasso di tempo sara’ sostituita da Carlo Sacchetti, Carlotta Brambilla, Debora Magnaghi, e in quella stagione arrivò il pupazzo “Ambrogio”, sempre creato dalla “Gruppo 80″ e doppiato da Daniele Demma. Il programma, comunque, sta terminando il suo periodo “d’oro”, culminato con la sostituzione di Bonolis nella edizione del 1991 (che passa a Canale 5). Precedentemente a Bim Bum Bam, si ricorda la sua presenza come valletta nel quiz “Un milione al secondo” (fine 1983), condotto da Pippo Baudo, sulla neonata Rete 4. Manuela Beillard, parallelamente, consegue anche il dottorato in naturopatia presso l’Université Europeenne Jean Monnet di Bruxelles, e si diploma in dizione e recitazione presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Inoltre possiede altre specializzazioni in psicanalisi, psicodinamica, guarigione spirituale. Dopo 20 anni di lavoro nel mondo dello spettacolo come attrice e conduttrice televisiva dal 1983 insegna Shaolin Quan e Tai ji quan e Ba duan jin medico in diversi centri e palestre. Lavora come terapeuta per il riequilibrio bioenergetico nel centro di terapie naturali Arca di Milano in equipe con medici e psicologi.

Alcune sue foto e “Il Piccolo Coro” assieme a Manuela nel 1996

———————————————————————————————————————-

Carlo Sacchetti (Fara in Sabina, 26 dicembre 1960)

Dopo la conduzione della trasmissione per ragazzi “Super 7″ (in onda su Italia 7), approda a Bim Bum Bam nella stagione ‘89/90 dove sostituirà assieme a Carlotta Brambila, Debora Magnaghi e il pupazzo Ambrogio la già conduttrice Manuela Blanchard che riprenderà la conduzione nell’aprile del 1990. Partecipa in veste di attore protagonista alla miniserie (all’interno di Bim Bum Bam) Karlenstein scritta da Daniele Demma (anch’esso vi parteciperà come attore). E’ autore di trasmissioni televisive, tra le quali “Destini, quando la vita è romanzo”, condotto da Catherine Spaak nel febbraio 2004. Ha partecipato come attore a sei film per la Tv ” Don Tonino”. Come autore televisivo ha scritto ” La sai l’Ultima? (Dal 2002 al 2004) “arrivano i nostri”, “Come sorelle”, “ballo amore e fantasia”, “Canzoni sotto l’albero” (su Canale 5), “Stelle del mediterraneo”, due edizioni di “Festival di napoli”, “Sembra Ieri” (su Rete 4), ” Campioni” (su Italia 1). Ha lavorato nello staff di “Striscia la notizia” (2005/6 – 2006/7).

Carlo Sacchetti nelle vesti Karlenstein canta Karlenstein Rap

—————————————————————————————————————-

Roberto Ceriotti (Milano, 4 novembre 1966).

E’ un attore milanese, noto soprattutto per le sue apparizioni sui canali Fininvest/Mediaset in trasmissioni per bambini come Bim Bum Bam; proprio in una edizione di Bim Bum Bam Ceriotti diede vita a uno dei suoi personaggi più popolari, una parodia di Batman di nome BatRoberto. Frequentemente svolge il ruolo di spalla di altri personaggi televisivi (per esempio Gerry Scotti) in televendite e messaggi promozionali sulle reti Mediaset. Ha recitato tra l’altro in “Una fredda mattina di maggio”, regia di Vittorio Sindoni (1989) e “Amico mio”, serie tv, regia di Paolo Poeti (1993).

E’ presente un contributo di Roberto nella sezione Interviste.

Roberto in una scena di Batroberto

———————————————————————————————————————-

Giorgia Passeri ( ,22 ottobre 1963)

Conduttrice di Ciao Ciao, Giorgia Passeri era soprannominata dal pupazzo Four “La bambola di Pechino”. Ha partecipato anche a Bim Bum Bam per poi passare in Rai alla conduzione di Big! (che le ha fatto vincere il Telegatto) nel 1988.

———————————————————————————————————————-

Davide Garbolino (Ciriè, 24 settembre 1969).

E’ un conduttore televisivo e doppiatore italiano. È noto per aver prestato la voce ai personaggi di Johnny (È quasi magia Johnny), Michelangelo (Tartarughe Ninja Alla Riscossa), Dick Grayson/Robin nella serie animata di Batman e Ash Ketchum nella serie Pokemon. Ha condotto su Italia 1 il programma Ciao Ciao con la collega Debora Magnaghi e con Daniele Demma nelle vesti di voce del pupazzo Ambrogio dal 1991 al 2000.

E’ presente più di un’intervista a Davide nella sezione Interviste.

———————————————————————————————————————-

Deborah Morese (Milano, 1981).

Ha condotto la trasmissione mattutina “Ciao Ciao Mattina” (Italia 1), con Davide Garbolino e il pupazzo Ragù. Deborah ha frequentato il liceo classico Omero di Milano e ha iniziato la sua carriera di doppiatrice dando voce a Chibiusa nella serie Sailor Moon.

———————————————————————————————————————-

Paolo Bonolis (Roma, 14 giugno 1961)

Ha iniziato la sua carriera televisiva a vent’anni, in Rai, con la conduzione di Tre, due, uno, contatto…Nel 1982 passa su Italia 1 per condurre il programma per bambini, in compagnia del pupazzo Uan e dei suoi colleghi del precedenti programma RAI (nella prima edizione), di Licia Colò (fino al 1985) e Manuela Blanchard Beillard (dal 1985). Bonolis ha lasciato Bim Bum Bam nel 1990 per condurre Doppio Slalom su Canale 5, senza troppa fortuna. Nello stesso anno ha iniziato a condurre Urka su Italia 1, trasmissione a metà tra gioco a quiz demenziale ed intrattenimento per ragazzi (che ha fatto anche da rampa di lancio a Luca Laurenti). Il suo successo è comunque da ricercare proprio in Bim Bum Bam che ha rappresentato per lui un eccellente approdo nel mondo dello spettacolo. Successivamente ha condotto altri programmi tra cui Bulli e Pupe nel 1991 con Antonella Elia , Belli Freschi (1992), Non è la RAI edizione 1992/1993. Ha firmato quindi un contratto con la Rai presentando I Cervelloni (1994-1995-1996) Beato tra le donne (1994-1995-1996) e Luna Park (gioco del 1994, ideato da Pippo Baudo). Tornato a Mediaset ha condotto Tira e molla (dal 1996 al 1998) Il gatto e la volpe (1997) ideati entrambi da Corrado , nuovamente Beato tra le donne (format passato a Mediaset), Ciao Darwin (1998-1999-2000-2003), Chi ha incastrato Peter Pan e Italiani. È stato chiamato a condurre insieme a Luca Laurenti anche Striscia la notizia dove dal 2000 al 2003 si sono alternati alla coppia Greggio-Iacchetti (da cui ha lanciato anche il tormentone della Bucatini Disco Dance). Nel 2003 è passato di nuovo alla RAI alla conduzione dello storico contenitore Domenica In (2003/04) fino al gran successo con il quiz su Rai Uno Affari Tuoi, con cui quasi ogni giorno raggiungeva oltre 10 milioni di telespettatori (grazie a questi ascolti, la Rai era riuscita nella riconquista della fascia post telegiornale, per oltre dieci anni appannaggio di Mediaset grazie a Striscia la notizia, che ha così avuto una certa crisi), fino al primato registrato nel gennaio 2004 con oltre 15 milioni di telespettatori. Dal 1° al 5 marzo 2005 ha presentato la 55° edizione del Festival della canzone italiana, insieme ad Antonella Clerici e Federica Felini, curandone anche la direzione artistica e ottenendo un notevole successo di ascolti e di critica. Il 17 maggio 2005 è stato annunciato il suo passaggio dalla RAI a Mediaset, con un contratto milionario che lo terrà legato all’azienda di Cologno Monzese per ben tre anni: dal 1° settembre 2005 al 31 agosto 2008. Per Mediaset, Bonolis ha condotto il programma Serie A fino al 6 novembre 2005, quando, a seguito delle polemiche sul calo degli ascolti, del fallimento della strategia aziendale per i diritti sul calcio e di una polemica con il direttore e tutta la redazione sportiva di Mediaset, ha annunciato di lasciare il programma. E un altro programma creato per sfruttare i diritti sul calcio, Un mercoledì da tifosi, dura solo 1 puntata a fronte delle 5 previste. Bonolis si è poi dedicato al programma Il senso della vita, tuttora in onda in seconda serata su Canale 5. Il 10 settembre 2006, inizia a condurre su Canale 5, il programma Fattore C, da subito accusato di essere un clone del precedente programma Affari Tuoi. Dopo due puntate andate in onda la domenica in prima serata, dal 25 settembre 2006 al 2 dicembre il programma è stato trasmesso in fascia preserale (dalle 18.50 alle 20.00), prendendo il posto di “Formula Segreta”, quiz-game condotto da Amadeus chiuso dopo solo due settimane non avendo raccolto i risultati sperati.

Un pezzo dello speciale andato in onda nel Gennaio 2002 in occasione dei 20 anni di Italia Uno.

———————————————————————————————————————-

Paola Maralli Tovaglia (Milano 9 aprile 1965 – 6 aprile 1994).

Usava anche il nome di Paola Maralli, formato prendendo gli inizi dei due cognomi delle nonne Marazzina e Vigorelli e anche Peev Agliato (pseudonimo utilizzato per le collaborazioni con Elio e le Storie Tese)Oltre ad essere stata conduttrice ed autrice del bellissimo programma per ragazzi “Ciao Ciao” (1989/1991) (di cui cantava anche la sigla di apertura), la mitica Paola [che oltre a cantare bene, scriveva canzoni e poesie] ha doppiato anche molti personaggi di cartoni animati. Oltre a doppiare itelefilm di Kiss Me Licia in “Balliamo e cantiamo con Licia”, ha anche recitato nel ruolo della maestra di Andrea/Lisa/Grinta. Inoltre è stata anche la voce di due Collane in musicassetta uscite in edicola: “Gioca e Suona con Cristina”: corso musicale per bambini (la sua voce guida i bambini nell’esecuzione degli esercizi musicali di Cristina D’Avena) .”Storie e Cartoni in Tv”: In questa collana vengono riproposti episodi di cartoni animati famosi, di cui alcuni sono doppiati da Paola. Con Pietro Ubaldi, ha cantato la sigla di apertura. Nel 1992 Paola diventa inviata speciale di “Ciao Ciao” interpretando “L’investigatrice della natura” : Così nascono curiose miniserie “Sulle orme di Paola”, in cui Paola racconta in modo simpatico, abitudini, curiosità e notizie sugli animali, studiando la natura attraverso le più famose riserve naturali, suscitando l’interesse dei più piccoli; “Una vacanza fantasmagorica”, in cui Paola si improvvisa acchiappa fantasmi, in Inghilterra, assaporando le tradizioni e i luoghi storici. Nel 1993, appare sporadicamente in “Ciao Ciao Mattina” con Davide Garbolino. Ci lascia nel 1994 a causa di una grave malattia. Nel 1996 la manifestazione “Tokimeki Anime Awards” le ha conferito l’onore di doppiatore più amato dal pubblico, istituendo così il premio “Paola Tovaglia”. I suoi genitori mostrano le poesie da lei scritte, a Manuel De Peppe, il quale decide di dedicarle una canzone in duetto con Enzo Draghi, che rappresenti la pura espressione del suo animo poetico.

Paola in Balliamo e Cantiamo con Licia e nel 1992 a Ciao Ciao nei panni dell’ Investigatrice della Natura.

Ulteriori informazioni su www.beehive.it/ www.cristina10.free.fr/ axiaichy.altervista.org/

———————————————————————————————————————-

Enrico Valenti (Milano, 23 marzo 1954)

Sin dall’ infanzia Enrico è stato affascinato dal mondo dell’ animazione, no, non del cartone animato, proprio dal teatro dei burattini. Ancora ricorda quando dal lungomare Ligure la nonna lo portava a vedere il teatrino dei burattini di uno sconosciuto artista itinerante che, a parere della nonna, erano i ‘60, affermava preoccupata che i burattini si esprimevamo con un linguaggio un po’ forte. Il massimo delle parolacce era: “Ma sei tutto scemo?”, però, per i tempi, era anche troppo. Negli anni della formazione esegue i piu disparati lavori nel campo della fotografia, litografia e animazione di pupazzi, frequenta la scuola d’arte del Castello Sforzesco de Milano, lavora come burattinaio presso una compagnia teatrale. La magia della baracca, delle luci fiochi generate da uno scoppiettante motorino e il rumore secco delle bastonate che i burattini si scambiavano con grande generosità formarono un “IMPRINTING” indelebile in quel bambino che guardava quel mondo, semplice ma un po’ misterioso. Enrico era affascinato dalle maschere, dalle scene, dal mondo illusorio della baracca e non mancava di riempire quaderni di personaggi inventati sino a obbligare i suoi genitori a comprargli un costume di Arlecchino a Carnevale. Negli anni ‘60 la TV dei ragazzi era solo RAI ed era poca ma di qualità, PAOLO POLI era in scena con gustose farsette e poi grandi della commedia dell’ arte che da sempre è la fonte del teatro dei burattini. Enrico Valenti ha sempre avuto una passione per il disegno, la pittura, l’ espressione visuale e il lavoro manuale, in questo il suo papà è stato il suo maestro, in quanto gli costruiva plastici ferroviari e giocattoli in legno. Impressionato da queste esperienze, il teatro di strada e il bricolage paterno, unito ad una naturale tendenza verso le arti espressive, non appena terminati gli studi istituzionali ha cominciato a lavorare prima come fotografo di teatro poi come membro effettivo della compagnia del teatro del buratto, luogo dove conosce Kitty Perria, con la quale si associa per fondare il Gruppo 80 Insieme a Kitty in venti anni di sodalizio artistico dà vita a numerosi caratteri e si occupa della parte pittorica di occhi e nasi oltre che sperimentare sempre nuove tecniche nella realizzazione dei personaggi della compagnia. Come Kitty è sceneggiatore delle storie e delle gags dei pupazzi ed è anche regista delle produzioni Gruppo 80.Uno dei grandi interessi di Enrico, oltre alla fotografia è la pittura, il campo dove si esprime in modo fantastico pur con un segno estremamente dettagliato. Attualmente espone su internet in vari siti dedicati all’ arte.

Un’introduzione alle sue opere pittoriche e ulteriori cenni di biografia su www.artxpo.com/evalenti/

A Kathmandu, Nepal

———————————————————————————————————————-

Kitty Perria

L’ ingresso nel mondo dell’ animazione per Kitty coincide quando, appena sedicenne, si trasferisce con la famiglia da Roma a Milano, ove il padre giornalista collabora con la Rai Radiotelevisione Italiana dando a Kitty l’ opportunità di entrare in contatto con una serie di pupazzi animati con la famosa tecnica detta: “su nero”. Gli animatori, opportunamente vestiti di nero si confondono con il fondale creando l’ illusione che i pupazzi vivano una vita propria autonoma. La scuola di quei primi anni rappresenta il fondamento di tutta la carriera artistica di Kitty che comincia ad apprendere i rudimenti del mestiere. L’ animazione su nero, realizzata allora, quando cioè i tempi di produzione televisiva erano molto più simili a quelli del teatro, costituisce la solida base dell’ arte di Kitty che acquisisce una non comune capacità di coordinamento e di espressività personale, doti che a tutt’ oggi trasferisce generosamente nelle sue creazioni. Dopo alcuni anni di tirocinio e collaborazioni con le più diverse compagnie, da Di Maio, Enrico Cardura e Maria Perego, i creatori di Topo Gigio, Giorgio Ferrari e il gruppo di Tinin e Velia Mantegazza, con questi ultimi Kitty fonda la cooperativa teatro del buratto:

una compagnia di teatro di animazione specializzato in spettacoli per ragazzi. Il teatro del buratto, ancora attivo sulle scene milanesi e internazionali, è uno dei gruppi di punta, per qualità e professionalità del settore teatro per ragazzi. Kitty partecipa all’ allestimento degli spettacoli più importanti delle compagnie del buratto: L’ Histoire du Soldat, Pierino e il Lupo, Il Granbuffone e Cipì di Mario Lodi. Con l’ inizio degli anni 80 esplode in italia il fenomeno della televisione privata e Kitty, che al buratto ha conosciuto Enrico Valenti, decide con lui di tentare nuovamente la strada dell’ animazione televisiva. In quegli anni era un fiorire di antenne locali o regionali senza un vero progetto; era però un mercato molto dinamico, spregiudicato e dalle enormi potenzialità. L’ interprete e protagonista del fenomeno televisivo privato è senz’ altro Silvio Berlusconi, inventore e leader del Gruppo Mediaset, allora Canale 5. Dopo varie esperienze in antenne come Telereporter, con una prima produzione dei Gialli in Città’ e ad Antenna 3 nel programma La Bustarella, Kitty ed Enrico entrano a Canale 5 allora in nascita, e legano le loro fortune artistiche a questa e a tutte le altre del gruppo Mediaset. Dopo Five, che lanciò anche l’ allora sconosciuto Marco Columbro ecco Uan di cui si ricorda la prima grande voce: “Giancarlo Muratori” purtroppo Giancarlo è mancato lasciando un grande vuoto. Con Uan esplode il fenomeno Bim Bum Bam, trasmissione simbolo del panorama televisivo per ragazzi, trasmissione che ha lanciato personaggi come Paolo Bonolis e Licia Colò. Kitty è stata per molto tempo anche autrice del programma negli oltre 10 anni di messa in onda. Oggi Kitty è ancora impegnata nella creazione di personaggi di successo: Ullallà è l’ ultimo nato nel laboratorio del Gruppo 80 ma l’ avventura continua infatti in collaborazione con la casa editrice Piemme Kitty ed Enrico stanno realizzando pupazzi e costumi di una fortunata serie editoriale dedicata al più intrigante e intelligente topo editore del mondo, il simpaticissimo Geronimo Stilton. Nel tempo gli interessi di Kitty, lettrice onnivora e accanita, sono andati allargandosi fino a comprendere esperienze integranti la professione, quali la psicologia e la scienza delle comunicazioni attraverso un approccio decisamene poco ortodosso e poco istituzionale visto il suo carattere estroverso e perennemente contro corrente. Attualmente i viaggi esotici, i seminari di studio introspettivo e di relazione e una associazione culturale che si propone di educare ad un rapporto autentico con l’ ambiente, la vita e la madre terra, sono le sue grandi passioni. E’ membro attivo dell’ Associazione Inca e curiosa indagatrice dell’ animo umano.

———————————————————————————————————————-

Pietro Ubaldi ( 1956).

Doppiatore. Sostituì Giancarlo Muratori (dopo la morte) nella parte di doppiatore del pupazzo Uan di Bim Bum Bam. Su Rete 4 condusse in veste di Capitano la trasmissione di intrattenimento per bambini “Game Boat” assieme a Cristina D’Avena (solitamente la conduzione è a settimane alterne).

———————————————————————————————————————-

Cristina D’avena (Bologna 6 luglio 1964).

Mostra sin da piccola una grande passione per la musica. Tanto che a tre anni è una delle piccole partecipanti della decima edizione dello Zecchino d’Oro. Interpreta il celebre brano Il walzer del moscerino. Ma lei così piccola lo pronuncia Il walzerrr del moccerino. Ma la sua voce non passa inosservata. Così, qualche anno dopo, Alessandra Valeri Manera (responsabile della fascia dei ragazzi di Mediaset le propone l’interpretazione della sigla di Bambino Pinocchio. Serie televisiva di Canale 5. Il successo arriva presto. Con La canzone dei Puffi. Con cui vince il primo disco d’oro. Seguito da cinque dischi di platino: Kiss me Lucia e i Bee Hive, Arriva Cristina, Cristina, Cri Cri, Fivelandia 14. Centinaia i suoi concerti in tutta Italia. Fra questi gli spettacoli tenuti nel novembre ‘89 e ‘90 al Palatrussardi di Milano. E nel novembre ‘92 al Forum di Assago. Gli incassi dei quali sono devoluti interamente all’Associazione per la ricerca sul cancro. Dopo aver venduto oltre tre milioni di LP, esce Fivelandia 16. Seguito da Fivelandia 1999. Ma la sua carriera percorre anche gli itinerari cinematografici e televisivi. Debutta come attrice nella serie Licia. Nel ‘88 nasce Arriva Cristina. Telefilm per ragazzi di Italia 1 sulla sua vita. Nell’89 la seconda serie di Cristina. Poi ancora altri film e partecipazioni a trasmissioni televisive e radiofoniche. Come Buona Domenica, Game Boat, Domenica con Cristina, Buongiorno con Cristina, Quaranta Zecchini D’Oro, La Festa della Mamma. Dal 13 novembre ‘98 conduce Serenate. Programma di Fabio Fazio su RaiDue. Nello stesso mese è fra i conduttori del 41° Zecchino D’Oro. Ad aprile ‘99 conduce il Concerto di Primavera, tradizionale appuntamento pasquale de La Banda Dello Zecchino. Nel novembre 1999 è fra i conduttori del 42° Zecchino D’Oro. E nel dicembre 1999 conduce Buopn Natale a tutto il Mondo. Concerto di Natale, speciale de La Banda Dello Zacchino. Ad aprile 2000 conduce Concerto di Primavera , speciale de La Banda dello Zacchino. A novembre dello stesso anno conduce, insieme a Ettore Bassi, Cino Tortorella , le tre pomeridiane del 43° Zecchino D’Oro. A dicembre 2000 è ancora la madrina di Buon Natale a Tutto il Mondo tradizionale Concerto di Natale per i bambini e speciale de La Banda dello Zacchino. Cristina frequenta la facoltà di Medicina all’Università di Bologna. Vive a San Lazzaro di Savena (Bo). La sua dolcezza e semplicità ne fanno uno dei personaggi più amati non solo dal pubblico dei piccoli telespettatori. (Maggiori informazioni su www.cristinadavena.it). ———————————————————————————————————————-

Sandro Fedele

Partecipa al primo trio di conduzione di Bim Bum Bam assieme a Marina Morra e Paolo Bonolis. E’ stato autore e curatore di testi di film e telefilm.

Ad oggi Sandro Fedele è “Capo edizioni italiane” di Mediaset (ovvero colui che si occupa della qualità artistica ecc. dei programmi).

———————————————————————————————————————-

Marina Morra (Napoli ?)

Fa parte del primo trio di conduzione di Bim Bum Bam assieme a Sandro Fedele e Paolo Bonolis tutti e tre provenienti da “3,2,1…Contatto!”. Nel 1983 Sandro e Marina lasciano la conduzione e in trasmissione arriva Licia Colò. Dello stesso anno risale il suo lavoro di attrice in “L’Ammiratrice”, commedia del regista Romano Scandariato.

———————————————————————————————————————-

Maurizio Pagnussat (19 agosto 19xx )

Regista di Bim Bum Bam e di Ciao Ciao svolge tutt’oggi egregiamente la sua professione in numerosissime trasmissioni Rai (ricordiamo il suo lavoro di regista per Miss Italia, Notte Mediterranea, il gioco a quiz condotto da Amadeus L’Eredità solo per citare alcuni nomi). Ha collaborato spesso con gli autori storici di Bim Bum Bam e in particolare con Daniele Demma per la realizzazione di alcune sigle televisive.

———————————————————————————————————————-

Alessandro Gobbi

Partecipa a Bim Bum Bam all’età di 13 anni (1990). Sognava di diventare un regista e produrre un programma televisivo. Il suo attore preferito era Eddie Murphy. Chissà che fa nella vita oggi…

———————————————————————————————————————

Vincenzo “Enzo” Draghi (Voghera, 15 marzo 1952)

Enzo Draghi ( all’anagrafe ” Vincenzo ” ) nasce a Voghera, nell’Oltrepo Pavese,il 15 marzo 1952. L’innato feeling con la musica appare subito evidente già in tenerissima età quando, a poco più di tre anni riesce, con una piccola fisarmonica regalatagli dal padre, a riprodurre qualsiasi melodia appena ascoltata alla radio, tra lo stupore di famigliari e amici. Il tempo passa e l’amore per la musica si consolida prepotentemente; lo studio del pianoforte, del solfeggio e dell’armonia lo affascinano e si affiancano senza alcun peso al comune corso scolastico. Arrivano presto gli anni ‘60….i Beatles….il fermento musicale….ad ogni angolo nasce una band….; ogni strumento musicale ha un fascino irresistibile per E.D. e quando gli capita tra le mani bisogna assolutamente imparare a suonarlo….possibilmente bene!! Infatti é del 1966 la formazione della sua prima band con la quale si esibisce come cantante-chitar- rista negli allora numerosi locali da ballo del pavese e del piacentino…genere musicale prediletto é il rock con una buona e sana percentuale di blues. Nel 1971 si iscrive alla SIAE come compositore (e alla facoltà di Medicina….altrimenti ci si annoia). Nel 1973 Enrico Riccardi e Luigi Albertelli, famosi autori e produttori di successo, lo reclutano nella” Real Music”, loro nuova etichetta discografica e sorta di laboratorio musicale, dove E.D. inizia a collaborare dapprima come session-man in studio di registrazione e via via come arrangiatore, produttore artistico e compositore. Sono infatti di quel periodo le utilissime esperienze maturate col laborando con valenti produttori e artisti quali Claudio e Adriano Fabi, Alberto Anelli, Drupi, Mal, Patty Pravo, Evelyne Lenton…e altri. Il 1975 vede pure la prima esperienza come cantautore: viene infatti pubblicato un 45 giri (mitico 45 giri!!!) di Enzo Draghi dal titolo ” Non chiedo più il perché”….avrà poca fortuna, ma………tutto fa spettacolo e soprattutto esperienza !!!!Comunque la seconda metà dei gloriosi anni settanta vede E.D. molto impegnato su vari fronti musicali: performances dal vivo con varie bands, attività di recording studio come arrangiatore, produzioni di jingles pubblicitari per le nuove realtà radiofoniche (le radio libere) e collaborazione musicale nei programmi di “Telecity”, una delle primissime TV commerciali. Dal 1980 all’81 c’é il forzato “stop” dovuto al servizio militare che svolge interamente a Cagliari, nella bellissima Sardegna che rimarrà per sempre nel suo cuore. Nell’82 la nascita del primo figlio porta nuova energia e concretezza alla vita e all’attività di musicista: E.D. entra a far parte, come vocalist, del gruppo vocale milanese di Paola Orlandi e s’impone presto come una delle voci più presen- ti nel settore pubblicitario (jingles), discografico e televisivo (orchestra di Augusto Martelli). In un caldo pomeriggio d’agosto del 1985 avviene il fortuito e casuale incontro, in uno studio di regi- strazione di Milano, con una giovane produttrice di Canale 5 dall’impellente bisogno di trovare una voce adatta a doppiare, in lingua italiana, il canto di alcuni brani musicali giapponesi interni ad una serie di cartoni animati che avrebbe dovuto essere messa in onda nel giro di pochi giorni.

La giovane produttrice era una tal Alessandra Valeri Manera, la voce da doppiare quella di un perso- naggio di nome Mirko, cantante e leader dei Bee Hive. Da quel momento E.D. legò indissolubilmente la propria voce a quel personaggio che, indubbiamente, conseguì un successo di pubblico di tutto rispetto. Inizia così quel positivo percorso che negli

anni seguenti ha portato E.D. alla ribalta come prolifico autore di sigle e come cantante-interprete di altrettante, nell’ambito della fascia di produzioni televisive per ragazzi. Dal 1987 sono infatti più di un centinaio i brani-sigla composti, arrangiati e realizzati da Enzo Draghi per il “Gruppo del Biscione” e per i circuiti ad esso collegati, come numerosi sono i brani-sigla da lui interpretati, alcuni dei quali si sono nel tempo rivelati veri e propri brani-cult per diverse generazioni di giovani…(”Lupin, l’incorreggibile Lupin”).

Guarda il video di Enzo Draghi a “Meteore” (Italia 1-26 nov. 2002) che canta la sigla di Lupin.

———————————————————————————————————————

Edoardo Erba (Pavia 1954)

Edoardo Erba è nato a Pavia nel 1954, si è formato alla scuola del Piccolo Teatro di Milano e vive a Roma. E’ stato coautore testi nel 1988-89 per Ciao Ciao e dal 1989 al 1991 per Bim Bum Bam. Fra i suoi scritti teatrali Maratona di New York è il titolo più conosciuto. Rappresentato con successo in Italia, ha avuto molte edizioni, è stato tradotto in 14 lingue, pubblicato in 6 e rappresentato in tanti paesi del mondo. Da ricordare la versione londinese con la regia di Mick Gordon (99) e quella bostoniana con la traduzione di Israel Horowitz (2002).

Fra le altre opere di Erba è d’obbligo citare Margarita e il gallo, al terzo anno di tourné in Italia, e Muratori, un piccolo cult al sesto anno di repliche. E ancora: Senza Hitler, Animali nella nebbia, Buone notizie, L’uomo della mia vita, Vaiolo, Venditori, Vizio di famiglia, Curva Cieca, Tessuti umani, Porco Selvatico, La notte di Picasso e Ostruzionismo radicale, interpretati fra gli altri da Maria Amelia Monti, Luca Zingaretti, Toni Bertorelli, Franco Castellano, Pamela Villoresi, Bruno Armando, Nicola Pistoia, Paolo Triestino, Gianfelice Imparato, Andrea Tidona, Maurizio Donandoni, Rocco Papaleo, Alessandro Gassman, Giammarco Tognazzi, Claudio Bisio.

Con Margarita e il gallo, Venditori, Vizio di Famiglia, Il capodanno del secolo, Maratona di New York , Dejavu e Senza Hitler Erba si è affermato nei maggiori premi nazionali di teatro (Olimpici del Teatro, Riccione, Candoni, Salerno, Idi).

The night of Picasso e Porco Selvatico sono stati presentati allo Stages Theatre di Hollywood. Vizio di Famiglia è stato presentato a Londra, Dejavu a Londra e Amburgo, Venditori a Budapest, mentre Muratori ha avuto una versione tedesca a Frankfurt Oder e in altre città della Germania.

In Italia Ubulibri ha pubblicato il suo Sei commedie in commedia (una raccolta che contiene Vaiolo, Margarita e il Gallo, Muratori, Animali nella nebbia, La notte di Picasso e Intervista) e Maratona di New York e altri testi (che contiene anche Venditori, Dejavue, Buone Notizie e Senza Hitler). Vizio di Famiglia e Curva cieca sono pubblicati nelle edizioni Ricordi Teatro, e gli altri lavori sono comparsi su pubblicazioni e riviste specializzate. Marathon è pubblicato in inglese da Obern Book, con l’adattamento di Colin Teevan.

Erba ha lavorato per la radio e la televisione italiana, scrivendo fiction e sit com. Scrive anche novelle e romanzi per ragazzi.

Centurion Wordpress Theme